lunedì 22 gennaio 2018

Un mondo senza abbracci


In Germania giubbotti con la sabbia per calmare i bambini iperattivi: ''Ma non sono costretti"


Non voglio disquisire sui giubbotti di sabbia, non ne so nulla. ;a so che mi riempie di angoscia leggere "è definito un surrogato dell'abbraccio di cui spesso alcuni bambini hanno bisogno per calmarsi, gesto che però le maestre non sono autorizzate ad elargire."
Che generazioni stiamo crescendo senza abbracci? Per paura della pedofilia neghiamo gli abbracci ai bambini?? Quale violenza peggiore ci potrebbe essere?
Non parlatemi di baby gang, senza abbracci della mamma, del papà e della maestra io sarei finita in una baby gang, incazzata contro il mondo che mi tiene a distanza.
Oh certo, non tutti siamo affettuosi allo stesso modo, ma davanti a un bambino che chiede conforto ( un ginocchio sbucciato, il nonno morto, un pesciolino malato, la mancanza della mamma...) non si può parlare a distanza!
Ci giochiamo il quoziente emotivo, nostro e loro, per paura di un'accusa di pedofilia?
Rischio la galera quotidianamente e con gioia.

Nessun commento:

Posta un commento